Io e le mie emozioni

Età 3-6
Valore Etico&Sociale
Posizione All'aperto, In aula
Argomento Empatia
Panoramica Questa attività è strutturata in tre parti, che aiutano i bambini a riconoscere, accettare e vivere le proprie emozioni attraverso un'attività ludica basata anche sul rapporto con gli animali.
Obiettivi didattici ● Dare ai bambini l'opportunità di sentire, riconoscere, esprimere ed elaborare le proprie emozioni. ● Stimolare la comprensione delle proprie reazioni, di quelle degli altri e di quelle degli animali. ● Sperimentare un comportamento altruistico nei confronti di altre persone e animali. ● Stimolare la cooperazione e il lavoro di squadra.
Competenze sviluppate ● Abilità cognitive: la relazione con se stessi e con gli altri. ● Competenze trasversali: capacità di lavorare in gruppo. ● Abilità motorie e linguistiche.
Metodo Lavoro di gruppo. Si consiglia di utilizzare solo le sei emozioni primarie: felicità, tristezza, rabbia, paura, sorpresa, disgusto.
Materiali Barattolo in vetro o plastica trasparente con un tappo, Materiali riciclati, Carta, Forbici, Colla, Spago.
Linee guida Le seguenti attività sono interconnesse. Si prega di iniziare sempre con l'attività 1 prima di passare all'attività 2.   Attività 1: La zuppa delle emozioni Fate sedere i bambini in cerchio e mettete al centro la “zuppa delle emozioni” (vedi i materiali aggiuntivi). Tutti possono mimare il gesto di mescolare la zuppa. Proponete quindi che ogni bambino, a sua volta, estragga una delle carte delle emozioni dalla zuppa (vedi i materiali aggiuntivi) e parli dell'emozione disegnata sulla carta, fornendo degli esempi (mi sento felice giocando con mamma e papà, oppure mi sento triste quando una bella gita viene cancellata a causa del maltempo). Tutti insieme poi mimano il gesto di mangiare un po' della zuppa. A seconda dell'emozione con cui hanno a che fare, i bambini cercano di provare a esprimerla con espressioni facciali o di tutto il corpo (camminare a capo chino, saltare di gioia, battere i pugni per rabbia). L'attività continua così per tutte le sei emozioni primarie, finché tutti i bambini non hanno giocato almeno una volta. Per aiutare i bambini, potete stimolare la riflessione attraverso domande dirette: “Quando sei felice?”, “Quando sei triste?”, “Quando non posso giocare con il mio amico perché piove”, ecc...   Attività 2: L’insetto nel barattolo Quest’attività aiuta i bambini a riflettere sugli effetti positivi o negativi che le loro azioni hanno sul mondo animale, entrando in empatia con le creature più piccole e indifese. Uscite nel giardino della scuola per osservare gli insetti. Mettete una formica in un barattolo, e chiedete ai bambini di pensare quale emozione può provare la formica. È felice o triste di essere nel barattolo? Ha paura? Lasciate quindi libero l'insetto. Che cosa sente ora? Ha meno paura? La risposta attesa è: “Sì, è meno spaventato, perché è libero, integro e in grado di tornare nella sua comunità, con altri animali e può continuare a esplorare il mondo”. È ovvio che per un entomologo “sensazione” non è a denominazione adeguata per una reazione degli insetti, ma tenete presente che questo è qualcosa che i bambini impareranno in biologia quando saranno pronti a comprendere contenuti più sofisticati.   Attività 3: Ognuno ha la propria casa Quest’attività mira a rendere i bambini maggiormente responsabili e li invita ad adottare gesti di cura nei confronti dell'ambiente. Una volta rientrati in classe, spiegate ai bambini che tutti, compresi i più piccoli, possono prendersi cura dell'ambiente e degli animali che lo abitano. La cura è qui intesa come un insieme di azioni di attenzione e rispetto, che contribuiscono a migliorare il benessere degli animali, facendoli sentire amati dall'uomo. Aiutate i bambini a capire questo concetto facendo degli esempi: nutrire, cambiare l'acqua nella ciotola di un pesce rosso, portare a spasso il cane, sono tutte azioni di cura. Per esempio, potete far costruire piccole case dove gli insetti possano vivere, ripararsi dalla pioggia o riposarsi dopo un lungo viaggio. I bambini, in gruppi di quattro, costruiscono le case con il materiale di riciclo che avete preparato in precedenza. Le case saranno poi collocate nel giardino della scuola. In alternativa, se il tempo e lo spazio lo consentono, i bambini possono costruire le casette direttamente in giardino.
Consigli Materiali aggiuntivi Come candidarsi online? Che cosa fare a casa? A casa, i bambini possono continuare a rendere più felici i nostri amici animali dando loro da mangiare, sia che si tratti di animali domestici (cane, gatto, tartaruga) o quelli che troviamo nel parco (anatre, uccelli). Attraverso l'azione dell'alimentazione, i bambini sviluppano un senso di altruismo e cura per gli animali. Attenzione: in famiglia, pensate quale cibo dare agli animali. Il cioccolato fa bene ai bambini, ma fa male alla pancia dei nostri amici animali! Bisogna chiedere a mamma e papà che cosa possono mangiare.   I seguenti video possono essere utilizzati per aiutare i bambini a riconoscere le emozioni, sia a casa che a scuola: Tedesco: https://www.youtube.com/watch?v=dQY9Op82lr0 Italiano: https://www.youtube.com/watch?v=lVrhdc4D7is&ab_channel=MelaMusicTV Inglese: https://www.youtube.com/watch?v=ZHS7vCdBeus&ab_channel=TheKiboomers-KidsMusicChannelTheKiboomers-KidsMusicChannel Spagnolo: https://www.youtube.com/watch?v=7ozwVM9EN_c&ab_channel=Canticos-BilingualNurseryRhymes%26KidsSongsCanticos-BilingualNurseryRhymes%26KidsSongs Croato: https://www.youtube.com/watch?v=BJP1mcQVvi0 https://www.youtube.com/watch?v=a-H8-ZFt53Q https://carobnisvijetbajki.blogspot.com/2021/02/slikovnice-o-emocijama.html   La zuppa di emozioni In alternativa alla versione stampata della zuppiera, potete naturalmente usarne una vera.   Per esempi per la casa degli insetti cliccate qui: https://www.pianetadonne.blog/come-realizzare-delle-mini-casette-con-vari-materiali-video-schemi-e-ispirazioni/.
Autore Naomi Marchiotto e Svenja Pokorny
Media

IT_Empathy_3-6_Steps

Scarica Scarica

Torna ai materiali didattici